Brand 3 / Chi siamo / Chi siamo / Storia di 3 in breve

Storia di 3 in breve

"3"

L’azienda offre con il marchio “3” servizi di comunicazione, Internet veloce e TV in mobilità a più di 10 milioni di clienti. Con oltre 2.700 dipendenti e quasi 2 miliardi di euro di fatturato, "3" fa parte di CK Hutchison Holdings Limited (CK Hutchison), uno dei più grandi gruppi industriali quotati alla Borsa di Hong Kong.

CK Hutchison è una multinazionale leader nella tecnologia e nell’innovazione, operativa in diverse aree di business (telecomunicazioni, porti e servizi correlati, grande distribuzione, infrastrutture e energia) con 270.000 dipendenti in più di 50 Paesi nel mondo.

"3" si è sempre distinta per l’approccio innovativo e pioneristico che le ha permesso di raggiungere diversi primati sul mercato: dopo il lancio del primo servizio UMTS al mondo nel 2003, l’anno successivo l’azienda porta gli Italiani nel nuovo mondo del mobile Internet grazie alla prima formula “all-inclusive” del mercato italiano. Sempre nel 2004, “3” lancia la prima mobile TV in tecnologia UMTS offrendo il meglio della programmazione dei più importanti broadcaster nazionali e internazionali.

Il 2006 è l’anno del Tivufonino con la mobile TV in broadcasting, della prima offerta commerciale HSPA, lo standard per accedere al Web in banda larga mobile, e della prima chiavetta Internet ricaricabile.

L’azienda è anche il primo operatore a puntare sul mobile broadband come driver di crescita, sviluppando servizi e prodotti tipici del Web 2.0 specifici per la mobilità ma accessibili al mercato di massa.

Tra il 2007 e il 2010, grazie agli accordi siglati con i big player del Web, "3" lancia il primo pacchetto di servizi Internet per cellulari 3G e diversi “social-phone” che integrano in un unico oggetto personale e tascabile le applicazioni più popolari della Rete. Nel 2011 l’azienda introduce una gamma di prodotti Wi-Fi di nuova generazione assieme a offerte competitive per tablet e smartphone, rendendo il mobile Internet ancora più accessibile al mercato di massa. Nel biennio 2011-2012, 3 Italia anticipa i tempi e avvia un piano di potenziamento della propria rete in termini di copertura, prestazioni e capacità per far fronte alla crescita esponenziale del traffico dati in mobilità. Unico operatore italiano a completare la trasformazione in full IP (protocollo Internet) delle dorsali di trasporto e backhauling (la rete fisica di supporto) della propria rete, “3” lancia i servizi 4G-LTE a fine 2012 e i servizi LTE-Advanced a gennaio 2015.

Attraverso il suo azionista CK Hutchison, "3" ha investito 15 miliardi di euro in innovazione. Si tratta di uno dei più cospicui investimenti esteri in Italia dal dopoguerra, attraverso i quali "3" sta contribuendo allo sviluppo del Paese e alla riduzione del digital divide. Tali investimenti hanno infatti consentito all’azienda di creare più di 10 mila posti di lavoro (diretti e indiretti) e di estendere la propria rete Internet veloce al 97% della popolazione.

"3" dispone anche di una delle reti vendita monomarca più estese del Paese: 1.500 negozi che si distinguono per l’elevata competenza del personale nelle tecnologie e i prodotti di ultima generazione e per la totale digitalizzazione della comunicazione ai clienti. L’infrastruttura digitale centralizzata dedicata alla comunicazione in-store garantisce informazioni aggiornate in tempo reale e permette di eliminare i materiali cartacei sul punto vendita secondo un modello sempre più ispirato alla “Green Economy”.

"3" è anche operatore televisivo digitale nazionale con La3, il canale TV autoprodotto e in onda sulla piattaforma satellitare di Sky (ch. 163), Digitale Terrestre (ch. 134), Internet (www.la3tv.it), smartphone e tablet.
Dillo sui social